GreenPrix

green-Prix-Italia-defI “Green Prix” sono stati istituiti nell’ambito del progetto globale “No Smog Mobility”, l’annuale  manifestazione che si svolge a Palermo, e che mostra idee e soluzioni per la mobilità sostenibile.  No Smog Mobility, la cui prima edizione si è svolta nel 2011, è stata ideata dai giornalisti Gaspare Borsellino (Direttore dell’Agenzia di Stampa Italpress) e Dario Pennica (direttore dei periodici Sicilia Motori e Sicilia Trasporti). Con i “Green Prix” si intende attribuire riconoscimenti alle aziende ed agli operatori del mondo automotive, per premiare investimenti, sviluppo, e ricerca, che hanno creato modelli, prodotti, idee, e soluzioni utili a migliorare la sostenibilità della mobilità, rispettosa dell’ambiente ed a favore della sicurezza di tutti gli utenti della strada

GreenPrix 2018: premiate Yamaha e Volvo

In premio venti alberi che andranno a infoltire il Bosco No Smog Mobility

Yamaha e il progetto Tree City, Volvo e la Concept 360 C. Sono le due case vincitrici dei “Green Prix 2018” consegnati in occasione di No Smog Mobility. Quest’anno la giuria del premio, presieduta dal giornalista Italo Cucci (direttore editoriale dell’agenzia Italpress) ha individuato diverse aziende ai autoveicoli e componenti che hanno composto la rosa delle nomination. A Volvo Car Italia, la giuria – composta anche dai direttori dell’agenzia Italpress, Gaspare Borsellino e da Dario Pennica di Sicilia Motori – ha deciso di conferire una medaglia per la Concept 360 C, giudicata come la più moderna e avanzata visione di automobile del futuro per la mobilità indivuduale. A pari merito Yamaha. La giuria ha voluto premiare la casa giapponese per il l’iniziativa Tree City, attuata a Milano. L’azienda ha abbinato la funzionalità dell’omonimo scooter (dotato di motore blu core) alla creazione di un bosco Yamaha che sarà realizzato donando al Comune di Milano un albero per ogni scooter venduto. E proprio come nella campagna di forestazione della giapponese, i vincitori hanno ricevuto in premio dieci alberi ciascuno. Questi venti andranno a infoltire i 90 già piantati negli scorsi anni all’interno del bosco di No Smog Mobility. Un vero e proprio polmone verde e un gesto concreto nell’area antistante l’Edificio 19 della cittadella universitaria. ”Volvo è sempre stata un’azienda che pensa in grande - ha commentato a margine del premio Roberto Lonardi, direttore comunicazione Volvo Car Italiaper cercare innovazione e pensare a quelli che potrebbero essere gli scenari futuri della mobilità. Oggi il mondo dell’auto sta vivendo una rivoluzione e attraverso alcune Concept stiamo mostrando gli elementi del futuro come la guida autonoma, l’elettrificazione e la connettività assoluta e tutto ciò ci fa capire come potrebbe essere la mobilità di domani e come cambieranno le nostre città”. 

“La mobilità personale è per Yamaha un valore importantissimo – ha commentato Fabrizio Corsi, Product e Communication PTW manager Yamaha Motori Italia – ritirando il premio -. Possiamo restituire ossigeno all’ambiente in molti modi differenti. Con il progetto Tree City, giocando sulla pronuncia e sul significato, tre e albero, per ogni scooter Tricity venduto, doniamo alla città di Milano un albero che verrà piantumato. Mobilità sostenibile vuol dire quindi meno consumi, perché il nostro scooter ha un motore blu core, ma anche regalare alle persone del tempo libero da passare in un parco verde”.

_DSC2521

 

 

 

 

 

 

 

2017

GreenPrix 2017: premiate Jaguar, Volvo, Citroen e Ford

I programmi di elettrificazione di Jaguar e Volvo, la E-Mehari di Citroen come auto ufficiale di Pantelleria e Ford per i progetti sulla sicurezza a favore dei giovani. Sono i tre vincitori dei “GreenPrix 2017”, consegnati durante la settima edizione di No Smog Mobility. La giuria del premio, presieduta dal giornalista Italo Cucci (direttore editoriale dell’agenzia Italpress) ha individuato nove diverse marche di costruttori d’auto che hanno composto la rosa delle nomination: Bmw, Citroen, Fiat, Ford, Mitsubishi, Nissan, Jaguar, Suzuki e Volvo. Le tre vincitrici, scelte per le idee ed i programmi (ex-aequo Volvo e Jaguar) e per le soluzioni (Citroen e Ford) hanno ricevuto in premio dieci alberi ciascuna. Questi trenta andranno a infoltire i 60  già piantati lo scorso anno all’interno del bosco di No Smog Mobility. “Citroen Italia - ha commentato Marco Freschi, comunicazione istituzionale PSA - ha portato avanti questo progetto in collaborazione con l’amministrazione di Pantelleria per contribuire al miglioramento della circolazione dell’Isola e ha realizzato le colonnine elettriche, essenziali per lo sviluppo delle auto elettriche”.
Volvo ha preso un impegno fortissimo- ha commentato a margine del premio Roberto Lonardi, direttore comunicazione Volvo Car Italia -tutto ciò che lanceremo sul mercato dopo il 2019 sarà elettrificato, cioè auto ibride o elettriche in un programma articolato e completo che è stato riconosciuto anche nel tavolo di lavoro sulla mobilità sostenibile delle Nazioni Unite”. Daniele Maver, Presidente Jaguar Land Rover Italia ha espresso così la propria soddisfazione per il riconoscimento: “Siamo davvero orgogliosi che Jaguar Land Rover Italia abbia ottenuto un premio così innovativo. In qualità di casa automobilistica che si distingue per i migliori progetti sul futuro dell’elettrificazioneA dimostrazione del nostro impegno, a livello globale, a partire dal 2020 i nuovi modelli Jaguar Land Rover avranno versioni elettrificate offrendo ai nostri clienti una possibilità di scelta ancora più ampia che comprenderà versioni totalmente elettriche, ibride plug-in e semi ibride. Inoltre, dal 2018, la Jaguar I-PACE, il nostro primo SUV completamente elettrico ad alte prestazioni, sarà in vendita il prossimo anno.
È una grande soddisfazione vincere per il secondo anno consecutivo questo premio perché siamo convinti che sostenibilità è anche risparmio di vite umane. Per questo - dice Marco Alù, direttore comunicazione Ford - lavoriamo molto per sensibilizzare i giovani a guidare con prudenza e attenzione”. Un riconoscimento speciale è stato inoltre assegnato al Corpo della Polizia Stradale per i 70 anni di attività al servizio della sicurezza di tutti gli utenti della strada.
Guarda la fotogallery

 

I “Green Prix 2016” (relativi all’anno 2015), sono stati assegnati ai modelli di auto ecologiche, più venduti nel 2015 nelle diverse tipologie di alimentazione. Il premio per ciascuna Marca produttrice consiste in dieci alberi di Platani (tipologia identificata dagli esperti della facoltà di Agraria dell’Ateneo palermitano, come i più adatti). I 60 platani,  creeranno una zona di verde regalata alla città (e non solo agli studenti ed al personale dell’Università). Una scelta lodata dagli stessi premiati, e che ha ricevuto il pubblico ringraziamento anche dal Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e dal Rettore dell’Università, Fabrizio Micari. I 60 platani verranno impiantati giovedì 6 ottobre – in occasione della sesta edizione di No Smog Mobility – in un’area all’interno della Città Universitaria di Palermo, costituendo il primo nucleo del bosco di “No Smog Mobility”. I platani sono stati vinti da Fiat (tre premi, due per Panda nelle versioni benzina e bi-fuel, ed una per Fiat 500 L, diesel), Ford (Fiesta GPL), Nissan (Leaf, elettrica), Toyota (Yaris, ibrida). La cerimonia di proclamazione dei vincitori dei “Green Prix” si è svolta lo scorso 4 febbraio a Milano (presso il locale del noto chef palermitano Filippo La Mantia), alla presenza dei dirigenti delle case di auto e moto. La giuria del premio è stata presieduta dal giornalista Italo Cucci.

DA SINISTRA DARIO PENNICA, GIANLUCA ITALIA, PATRIZIA BRUNETTI, MARCO ALù, LUISA DI VITA, GASPARE BORSELLINO

Da sinistra: Dario Pennica (direttore Sicilia Motori e Sicilia Trasporti), Gianluca Italia (FCA), Patrizia Brunetti (Toyota Italia), Marco Alù (Ford Italia), Luisa Di Vita (Nissan Italia) e Gaspare Borsellino (direttore agenzia Italpress)

 

 Questi gli altri riconoscimenti assegnati nelle diverse categorie:

- Case produttrici di  veicoli elettrici 100% a due ruote più venduti in ItaliaAskoll (scooter ES1), Bmw Italia (maxiscooter) per il C-Evolution, Ktm (moto) per la Enduro

-  Il Gruppo VW è stato premiato per il propulsore a metano 1.0 50 Kw che equipaggia tre modelli: Seat Mii, Skoda Citigo, VW UP e fra le ibrido plug-in (elettrico/benzina) per il motore che adottano Audi A3 Sportback E-tron e Volkswagen GOLF 1,4/110 kW.

- Suzuki Celerio (benzina), Citroën DS3 (gasolio) e DS 5 (ibride elettrico-benzina), Mitsubishi Outlander Phev 5P 2.0 4X4 (ibrido elettrico/diesel), Volvo V60 (Ibrido Plug-in elettrico/gasolio).

- Per l’elettriche 100% è stata premiata la maggiore autonomia di percorrenza (240 km) di Renault Zoe.

- Premi speciali sono andati ad Assogomma (iniziative promozionali e divulgative a favore dell’economia dei consumi e della sicurezza), Bmw Italia (“i3 Rex 647 cc” modello elettrico/benzina ad autonomia estesa con minore numero di emissioni nocive), Bosch (sviluppo e sperimentazione) e Opel (per la più completa gamma GPL).